Temi gratuiti per Wordpress: cosa sono e come li scelgo

Temi gratis per WordPress: cosa sono e come puoi usarli

Di che si parla:

Hai deciso di farti un sito gratis e stai cercando di orientarti per farlo al meglio?

Molto bene, sei nel posto giusto MA se non hai ancora visto la live#4 di Settembre: come fare un sito a basso budget, ti invito a dare un’occhiata al nostro ultimo video post con articolo allegato per farti un’idea di come si fa.

In questo articolo ti spiego che cos’è un tema  WordPress, con quali criteri e attenzione sceglierne uno per il tuo sito, che differenza c’è tra temi gratuiti e a pagamento, come si installano e come usarli al meglio per costruire il tuo sito in autonomia. 

Ma cos’è un tema per WordPress?

Un tema è un insieme di file, tra documenti di codice e elementi grafici, che compongono l’insieme che determina l’aspetto complessivo del tuo blog o sito web. 

Semplificando, un tema è il VESTITO del tuo sito: in base alla sua scelta dai una determinata forma e organizzazione alle informazioni che vuoi comunicare attraverso il tuo sito web.

Possiamo fare a meno di un tema?

Ogni sito WordPress deve avere un tema.
Senza di esso vedresti solo stringhe di codice 🙂

Per questo motivo, quando installi un WordPress nuovo, subito dopo aver inserito nome, motto e informazioni di accesso come identificativi e password, ti viene chiesto di installare un tema a scelta tra i numerosi disponibili gratuitamente nella libreria di WordPress

Libreria temi gratuiti di WordPress

Se non opti per nessuna scelta precisa, il tema di default che WordPress installa è un tema dal nome Twenty Twenty-two (ne nasce uno nuovo all’anno, aggiornando il numero in accordo alla data), che però è un po’ basico e può non soddisfare un granché le tue aspettative di comunicazione. 

Nel caso facessi una scelta un po’ troppo affrettata e volessi cambiare il tema scelto, puoi sempre farlo dalla tua bacheca wordpress, andando alla voce di menu Aspetto>>Temi>>Aggiungi tema. 

Puoi cambiare tema in qualsiasi momento tu voglia però fai attenzione e fai questa modifica PRIMA di aver lavorato a fondo sul sito. Il cambio tema può stravolgere il lavoro che hai già fatto, per cui evita di farlo a cuor leggero se non vuoi ricominciare quasi da capo.

Come scegliere il tema WordPress?

Bella domanda!

Di temi wordpress ce ne sono tanti, belli e gratis, ma la vera questione è: che funzione ha il tuo sito?

Se sei un libero professionista, hai l’esigenza di illustrare i tuoi servizi. Se sei una società, vorrai creare una buona immagine di te. Se sei un commerciante, vorrai vendere i tuoi prodotti. Se sei un fotografo o un architetto, vorrai mostrare il tuo

portfolio. Se sei un formatore, vorrai permettere ai tuoi utenti di contattarti per fissare appuntamenti e… così via. 

Cerca di chiarirti le idee prima di prendere una decisione, ti posso assicurare che pensarci un po’ prima ti risparmia davvero molti grattacapi e vicoli ciechi.

Tip 1 per scegliere il tema: usa la ricerca per filtri

Proprio perché di temi gratuiti di wordpress ce ne sono tanti e di combinazioni di esigenze di comunicazione ce ne sono altrettante, puoi cercare tra i temi di WordPress in base a differenti filtri:

  • per tipologia di layout (quindi come è strutturato il tema)
  • per caratteristiche 
  • per categoria 

Filtri di ricerca per i temi gratuiti di wordpress

Ovviamente, più filtri userai più la scelta diminuirà, ma magari troverai proprio il tema che fa per te!

Tip 2 per scegliere il tema: controlla questi dati

Una volta che hai trovato un tema che ti piace e che sembra adatto al tuo caso, controlla nel dettaglio:

  • la data dell’ultimo aggiornamento
  • quante volte il tema è stato installato da altri utenti
  • la versione di wordpress supportata (che anch’essa sia recente; ad oggi siamo alla versione 6.0.2)
  • il PHP supportato (ad oggi siamo alla versione 8.2)
  • le recensioni (come diceva Oscar Wilde: “abbiamo una vita troppo corta per fare tutti gli sbagli possibili, quindi è saggio imparare anche da quelli degli altri”)

Più recenti sono gli aggiornamenti, maggiore il numero delle installazioni e il livello di apprezzamento, più alte saranno le probabilità che il tema sia davvero un buon prodotto su cui lavorare. 

Screen dell'anteprima del tema Neve

Se vuoi essere proprio un buon semino digitale, non ti accontentare delle informazioni di anteprima, vai a visitare il sito del tema. 

Nel caso di Neve, scopriresti anche che:

  • la software house che ha progettato questo tema, ne ha sviluppati altri 3 a cui puoi dare un’occhiata
  • Neve è costruito con criteri di elevata accessibilità e velocità nel caricamento del sito
  • Puoi personalizzare Header, Footer e scegliere tra vari layout di pagina
  • Neve è compatibile con i più famosi builder per personalizzare le pagine interne del sito
  • se sottoscrivi un abbonamento che parte da € 69 euro/anno, hai accesso a potenziamenti del tema e altri template tra cui scegliere il tuo

e altre cose che ne fanno un’opzione interessante, a mio modesto parere. 

Temi gratuiti e temi a pagamento

I temi gratuiti di WordPress, come ho detto, sono tanti ma sovente presentano una limitata scelta di personalizzazione e, una volta finita l’home page, la pagina del blog e le pagine interne, potresti sentire una certa frustrazione espressiva per non aver avuto tutti gli strumenti di cui avevi bisogno per raccontare chi sei al web.

È proprio per questo che, come nell’esempio del tema Neve che ti ho fatto vedere prima, spesso un tema gratuito è solo un primo passo verso la sua versione a pagamento.

Il tema a pagamento può avere un costo unico oppure un piano di pagamento annuale e diventa una scelta che ti permette di avere maggiore libertà e supporto nel costruire il tuo sito web. 

Nella mia personale lista di preferenza, i temi più famosi e apprezzati nel tempo sono:

Più moltissimi altri che puoi navigare e scegliere liberamente sulla directory di wordpress o sui marketplace dedicati come:

e molti altri. 

Anche in questi enormi archivi di temi, ricordati sempre di controllare le informazioni tecniche relative a:

  • data di ultimo aggiornamento; 
  • compatibilità con versioni wordpress e woocommerce aggiornati, plugin che ti interessano;
  • Responsività, ovvero se il tema è mobile friendly;
  • quante installazioni;
  • recensioni;
  • presenza del supporto e documentazione sul tema (ovvero quante informazioni ti danno su come installare e personalizzare correttamente il tema).

Perché scegliere un tema wordpress a pagamento?

Ti ho detto che i temi a pagamento hanno maggiore livello di libertà e supporto, ma in che senso?

Non entro nello specifico di ogni offerta, ma il più delle volte il tema a pagamento (soprattutto quello in abbonamento) ti garantisce:

  • l’accesso a diversi livelli di personalizzazione (colori, elementi del sito, strutture, moduli funzionali aggiuntivi);
  • una libreria di demo di siti diverse per rendere ancora più unico il tuo sito;
  • l’accesso a materiali formativi per imparare ad usare in maniera più appropriata il tema e sviluppare i tuoi stessi layout;
  • il supporto via ticket degli sviluppatori;
  • gli aggiornamenti continui del tema (che sono molto importanti, visto che il web corre veloce);

Installare un tema da wordpress o uploadarlo nel sistema

Ci sono due modi di installare un tema in wordpress. 

  1. Installazione dal WordPress

    Modo facile e veloce, ma non trovi tutti i temi a disposizione (per esempio non troverai Generate Press).

    Accedendo ad Aspetto>>Temi>>Aggiungi Tema, puoi navigare nella libreria dei temi wordpress e trovare quelli gratuiti della piattaforma, compresi quelli che puoi usare sia gratuitamente per poi, volendo, passare alla versione Pro (come per esempio capita con Generate Press, Astra, Divi e Ocean WP).
  2. Installazione da “caricamento tema”

    Tecnicamente un po’ meno immediato, ma essenziale quando acquisti o scarichi un tema da un sito esterno.

    In quel caso, sempre dal menu Aspetto>>Temi dovrai cliccare su “carica tema” e selezionare il file .zip del tema e dare l’avvio all’installazione.

Screen del pannello wordpress "aggiungi tema/carica tema"

Ma oltre al tema c’è di più

Abbiamo parlato a lungo di “vestiti” per il tuo sito, e nonostante ciò è impossibile dare delle risposte esaustive alla domanda “quale tema gratis scegliere per il mio sito”.

Il mio intento in questo articolo è quello di  spiegarti come dovresti muoverti per fare una scelta più oculata.

Insomma, quello che mi preme aggiungere è che… oltre al tema c’è di più.

Esattamente come c’è differenza tra la scelta di indossare un completo o un casual look per andare a lavoro, il segreto del web design sta nel sapere chi sei e cosa vuoi mostrare di te agli altri.

Prima di lavorare sul tuo sito, ti consiglio di raccogliere idee e materiali per avere una visione più distinta della tua immagine. 

3 cose, secondo me, devi assolutamente fare prima di scegliere il tuo tema:

  1. Fare un lavoro di riflessione di qualche settimana dove definisci chiaramente chi sei, a chi ti rivolgi, cosa fai e perché lo fai e dare un’occhiata ai tuoi competitor.
    Puoi fare in autonomia, o potremmo aiutarti noi con un percorso di Digital Strategy 
  2. Raccogliere o produrre tutto il materiale grafico e fotografico che ti rappresenta come brand o personal brand, scegliere quali immagini usare e in quale chiave, creare un tuo personale linguaggio visivo fatto di coordinamento di colori, immagini, grafiche e foto.
  3. Decidere che cosa vuoi che i tuoi visitatori facciano sul tuo sito: contattarti direttamente? Scriverti? Prendere appuntamento da un calendario interno? Acquistare? Leggerti? Partecipare alla tua comunicazione?
    In base a questo cercherai layout e plugin più adatti alle tue esigenze. 

Mi dirai che la faccio semplice. Io ti rispondo: Inizia. Ogni grande viaggio si è svolto un passo per volta. 

WordPress Easy Start

E se poi non riesci davvero a partire? Allora contattaci.
Stiamo costruendo un percorso dal nome “Wordpress Easy Start” per piccoli germogli digitali che vogliono crescere.

Come funziona?

Al momento di iniziare a costruire il tuo sito, prima di installare il tema scelto, contattaci. 

  1. Valutiamo con te la scelta in base alle tue necessità; 
  2. ti affianchiamo nel setup del sito;
  3. ti aiutiamo nel capire la logica di wordpress;
  4. chiariamo i tuoi dubbi nelle fasi iniziali, e più critiche, del tuo percorso

tutto in formula di coaching, ovvero un percorso in cui ti insegniamo come si fa, ma lo fai tu.


Alla fine del percorso avrai:

  1. costruito il tuo sito autonomamente;
  2. imparato come funziona e come poterlo modificare e ampliare nel tempo;
  3. risparmiato sui costi di un web designer dedicato;
  4. guadagnato la nostra disponibilità per ogni livello di difficoltà che non ti senti in grado di affrontare senza guida.

Non vediamo l’ora di innaffiarti, scrivici qui!

Segui il Blog di Digital Seeds per rimanere in contatto con le novità del digitale!

Trova gli articoli per:

Ultimi Post

3 risposte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

guida come scrivere blogpost

Ricevi il tuo FERTILIZZANTE per BLOGPOST

Impara come curare al meglio gli articoli del tuo blog, diventa parte della nostra Community di Digital Seeders e comincia a coltivare comunicazione.

Non preoccuparti, potrai disiscriverti in ogni momento. 
Leggi la nostra Privacy Policy :)

Benvenuto nella community dei Semi Digitali!

Ciao Semino, sei dei nostri finalmente!

Il nostro regalo ti arriverà per mail!
Per evitare che la nostra posta finisca nella cartella dello spam, ricordati di salvare l’email scrivi@digital-seeds.it nella tua rubrica.

Vai a controllare la tua casella di posta.. la guida per fertilizzare i tuoi articoli sta arrivando (potrebbe arrivare immediatamente o tra qualche minuto, dipende dal traffico 😁)!

A prestissimo!
Digital Seeds Team