10 tipi di sito web

10 tipi di siti web: tipologie, funzionalità e costi

Di che si parla:

Dimmi chi sei e che attività hai, e ti dirò di che sito hai bisogno.

I siti non sono tutti uguali. Ci sono aziende che hanno bisogno di un sito vetrina e professionisti che possono avere migliori risultati con un sito portfolio. Ci sono attività per cui è meglio un sito one page e altre che non possono prescindere da un e-commerce.

Eccoti 10 tipi di siti web che possono aiutarti nei ragionamenti per il tuo prossimo sito web, o per rifare il tuo attuale.

Il sito web: strumento opzionale o necessario?

In questo momento storico, il web trabocca di opzioni appetibili per la comunicazione online, così tanti da creare confusione ed errori di investimento se non hai un buon piano di comunicazione per la tua attività.

Che tu sia un blogger, un creator, un professionista, un’azienda o un negozio, hai decine di strumenti che ti promettono di farti trovare e conoscere online, instaurare una relazione con il tuo pubblico e, forse, guadagnare.

Basta avere un profilo e una fan page su uno delle decine di social oggi a disposizione? Basta una scheda di Google Profile se hai un’attività locale? La risposta, da Digital Strategist e anche da chiunque altro viva e osservi il mondo del web, è “anche no”.

Potete utilizzare i social come ingresso nel mondo digitale, affrontare una fase di testing in occasione della startup del vostro business ma, nel momento in cui siete in una fase matura della vostra attività e volete una posizione stabile sul web, avere un sito è imprescindibile per voi. Ma che tipo di sito? Scopriamoli insieme.

1 – Sito Web Blog

Il sito web blog è tra i più semplici. La parola “blog” sta per WebLog ed è una tipologia di sito che ha avuto inizio e popolarità nell’uso privato. Gli utenti lo usavano come diario personale nel quale condividevano aggiornamenti istantanei sulla propria vita, esperienze, opinioni, viaggi etc..

La sua evoluzione l’ha visto diventare strumento privilegiato di giornalisti, autori, opinionisti o chiunque volesse aprire uno spazio per discorrere delle proprie tematiche, studi o idee politiche e personali.

Puoi pensare ad avere un sito blog se:

  • Vuoi iniziare a posizionarti sul web con articoli approfonditi sugli argomenti del tuo settore;
  • Vuoi diventare un blogger (travel blogger, food blogger, beauty blogger, cryptoblogger, game blogger), quindi creare uno spazio personale dove offrire contenuti informativi e affrontare tematiche specifiche e/o di nicchia e posizionarti online per quel tipo di argomenti;
  • Sei uno scrittore, giornalista, opinion leader e vuoi avere uno spazio personale dove far conoscere le tue opere o riflessioni;
  • Vuoi acquisire autorevolezza online facendoti riconoscere come esperto nel tuo ambito di lavoro, studio o interesse.

Si può guadagnare con un sito blog?

Certo, è possibile guadagnare con un blog ma il risultato economico sarebbe direttamente proporzionale al tuo impegno.

Nel caso avessi molto seguito infatti, a fronte di dati accertabili dalle analitiche, potresti decidere di sponsorizzare i tuoi contenuti o ospitare pubblicità per un guadagno diretto sulle visualizzazioni e sui click.

Quanto costa e cosa comporta avere un sito blog?

Il costo per realizzare un blog può essere molto basso, se non del tutto gratis.

Se ti accontenti di uno spazio ospitato da una piattaforma come Tumblr o Blogger.com, aprire un blog è semplice e immediato e richiede una semplice registrazione e nessun pagamento. Tuttavia, questa scelta esclude molte possibilità di gestione autonoma in termini di strumenti di design e di funzionalità, oltre che di guadagno.

Nel caso invece si volesse avere un sito blog proprietario, i costi riguarderebbero:

  • L’acquisto di Dominio e Hosting (rinnovabile annualmente);
  • Creazione del sito (facile da fare anche autonomamente, se si ha una certa dimestichezza con l’informatica e del tempo a disposizione);
  • Acquisto del tema, se necessario (esistono molti temi gratuiti per blog in wordpress);
  • Un costo di manutenzione del sito (sostituibile con la manutenzione autonoma, sempre considerando di avere il tempo e il desiderio di acquisire il know how necessario).

La conoscenza richiesta per avere un blog è:

  • Saper scrivere, ovviamente;
  • Un minimo di dimestichezza con il computer e un po’ di tempo per comprendere come funziona il sistema per pubblicare gli articoli, corredarli con le immagini e il materiale multimediale che ti interessa incorporare;
  • i dettami Seo per scrivere gli articoli in ottica di posizionamento sui motori di ricerca.

Vuoi un’ottima guida per scrivere i tuoi articoli di blog, scarica il nostro Fertilizzante Digitale per Blog Post. All’interno trovi il processo completo per scegliere argomenti e tematiche, ottimizzare i tuoi articoli in ottica Seo e strutturarli come si deve perché siano interessanti e facili da leggere per i tuoi visitatori.

2 – Sito Web Magazine

Vuoi creare un giornale online o un portale di notizie? Il Sito Web versione Magazine è quello che fa per te.

10 tipi di sito web: Home di Sito Web Magazine
Sito Magazine by WordPress – Canard

Il sito magazine è un sito che ospita articoli di tematiche e autori diversi, organizzati in categorie dalla facile consultazione da parte dei suoi visitatori.

Il suo scopo non è presentare il lavoro o l’opinione di un unico autore, bensì offrire un’ampia gamma di contenuti sotto un’unica identità. In questo caso, il progetto editoriale (che sia una testata giornalistica o di altro tipo) ha bisogno di un coordinamento o di un accordo tra i vari autori in modo che i contenuti non vadano in conflitto tra loro per tematiche o tono di voce.

Si può guadagnare con un sito magazine?

Come e più del blog, anche il sito magazine può guadagnare grazie a sponsorizzazioni o pubblicità ospitate all’interno delle pagine e dei propri contenuti.

Quanto costa e cosa comporta avere un sito magazine?

I costi per realizzare un sito web magazine possono essere molto bassi, ma questo dipende dalle esigenze funzionali e di design che si desiderano.

  • L’acquisto di Dominio e Hosting (rinnovabile annualmente);
  • Creazione del sito;
  • Acquisto del tema, se necessario (esistono alcuni temi gratuiti per blogmagazine in wordpress);
  • Un costo di manutenzione del sito (sostituibile con la manutenzione autonoma, sempre considerando di avere il tempo e il desiderio di acquisire il know how necessario).

La conoscenza richiesta per avere e gestire un sito magazine è:

  • Saper creare un piano editoriale e gestire una redazione di giornalisti/blogger/articolisti;
  • Avere un minimo di dimestichezza con gli strumenti digitali per comprendere come gestire il sito e corredare gli articoli come si conviene (questo vale anche per gli autori);
  • Conoscenze Seo appropriate per la scrittura degli articoli e per la strategia dei contenuti.

E se non ti sentissi sicuro al 100% di saper gestire tecnicamente e strategicamente un sito magazine, sappi che possiamo offrirti non solo il servizio di realizzazione del tuo sito ma anche la formazione specifica per te e il tuo team! Contattaci qui per sapere come funziona.

3 – Sito Vetrina per aziende e professionisti

Il sito vetrina è un sito perfetto come sito aziendale e professionale.

È costruito per mostrare le informazioni fondamentali per conoscere un professionista, un’azienda, un’attività di qualunque tipo. Questo tipo di sito serve a presentare, in maniera quanto più accattivante e approfondita, il carattere e l’utilità di un’attività, insieme alle informazioni sui servizi, prezzi, contatti, etc.

Un sito vetrina può contare da un minimo di 4 pagine in su.

La Home page e le pagine “Servizi”, “Chi siamo” e “Contatti” sono il minimo sindacale per presentare coerentemente un professionista o un’azienda. Il sito poi può essere arricchito all’infinito da pagine e sottopagine che offrano contenuti sempre più specifici e approfonditi e mostrare ai suoi visitatori quanto è seria ed affidabile la tua attività.

Il sito vetrina può essere multilingue, può venire arricchito da un blog (che ti aiuterebbe molto nel posizionamento sui motori di ricerca), e altri assetti utili alla tua strategia digitale come l’iscrizione alla newsletter, il collegamento con i social, i pulsanti di chat etc..

Puoi pensare di avere un sito vetrina se:

  • Sei un’azienda, un’impresa o un’associazione;
  • Sei un consulente, un avvocato, un commercialista o un professionista di settore;
  • Offri servizi freelance e desideri una piattaforma per presentare il tuo lavoro;
  • Sei un ente o un’associazione;
  • Vuoi costruire una presenza online professionale e affidabile.

Vuoi costruire un sito vetrina super ricco e fertile? Puoi iniziare a parlarne direttamente con noi oppure puoi farti un’idea di come farlo con il nostro fertilizzante per siti web!

Si può guadagnare con un sito vetrina?

Lo scopo di un sito vetrina è prettamente promozionale. Ciò significa che il guadagno che ti porta è sostanzialmente in termini di posizionamento online, visibilità e contatti.

Quanto costa e cosa comporta avere un sito vetrina?

I costi da sostenere per un sito vetrina possono essere molto diversi, ovviamente molto dipende da quelle che sono le esigenze e l’aspettativa del risultato.

Esistono davvero molte soluzioni, da quelle gratuite o semigratuite a realizzazioni professionali che possono costare da un minimo di 700 euro in su (vi sconsigliamo di affidarvi a servizi che costano meno).

Ciò che discrimina il costo di un sito vetrina (come di tutti i siti) è, al di là dei costi fissi (hosting, dominio, licenze, materiali prodotti ad hoc ed eventuali plugin a pagamento), il numero delle pagine, la tecnologia richiesta, la complessità del design o le esigenze funzionali.

La conoscenza e le risorse richieste per avere e gestire un sito vetrina è:

  • Una chiara idea del tuo Business Model e del modo in cui vuoi presentarti;
  • Conoscenza di base di pratiche di branding online e marketing personale;
  • Un minimo di dimestichezza con gli strumenti digitali;
  • Materiale Grafico e fotografico per la tua attività,
  • Abilità nel mantenere il sito aggiornato con progetti recenti e testimonianze dei clienti.

4 – Sito Web Portfolio

Il sito web portfolio è il sito perfetto per fotografi e professionisti dell’immagine come pittori, designer, grafici, videomaker, registi, architetti.

Come e più del sito vetrina, il suo scopo è quello di mettere in bella mostra l’operato del professionista che promuove, dando risalto al materiale grafico, fotografico o video del suo autore.

Il sito portfolio è fatto per mettere in primo piano i contenuti di immagine perché, per certe professioni, niente è più eloquente di mostrare i risultati del proprio lavoro per raccogliere contatti e vendere le proprie opere e servizi.

Quanto costa e cosa comporta avere un sito portfolio?

Anche in questo caso, il prezzo di un sito portfolio può costituire una spesa minima come una più sostanziosa. Le soluzioni più economiche esistono anche nell’universo wordpress, nel caso si utilizzino temi gratuiti e si fosse disposti a imparare come sfruttare il design del template nel modo migliore in termini di funzionalità, velocità e posizionamento.

5 – Sito Web E-commerce

Se devi vendere prodotti o servizi online, il sito web e-commerce è la tua soluzione ideale.

Offre una piattaforma di vendita online con funzionalità come carrelli della spesa, pagamenti sicuri e gestione degli ordini. Un e-commerce ben strutturato crea una vetrina digitale che rende facile agli utenti navigare, scoprire prodotti e completare transazioni.

Puoi pensare di avere un sito e-commerce se:

  • Hai un negozio fisico e desideri ampliare la tua presenza online;
  • Offri prodotti fisici o digitali che possono essere venduti attraverso una piattaforma online;
  • Cerchi una soluzione per gestire pagamenti e transazioni in modo sicuro.

Si può guadagnare con un sito e-commerce?

Sì, assolutamente. Un e-commerce di successo può generare entrate significative attraverso la vendita di prodotti o servizi. Investire in una buona piattaforma e-commerce e strategie di marketing online può portare a risultati notevoli.

Quanto costa e cosa comporta avere un sito e-commerce?

I costi per la creazione di un sito e-commerce variano in base alle dimensioni e alle funzionalità desiderate.

Elementi come il design personalizzato, il numero di articoli e categorie, funzioni particolari, la sicurezza del pagamento online e l’integrazione con sistemi di gestione dell’inventario influenzeranno il costo. Tuttavia, considera questo come un investimento che può generare un ritorno significativo nel tempo.

La conoscenza richiesta per gestire un sito e-commerce include:

  • Comprensione dei processi di gestione delle transazioni online;
  • Conoscenza delle pratiche di sicurezza online per proteggere le informazioni sensibili dei clienti;
  • Capacità di promuovere prodotti online attraverso strategie di marketing digitale;
  • Conoscenza e capacità di gestione della struttura interna dell’e-commerce per caricare prodotti, creare scontistiche, gestire archivio, etc..

6 – Sito Web per ristoranti/pizzerie

Se possiedi un ristorante o una pizzeria, associare una scheda di Google Profile ad un sito web dedicato può essere molto strategico per attirare clienti e fornire informazioni approfondite sulla tua storia, la cura con la quale tu e il tuo team lavorate, il menu, gli orari di apertura e la posizione.

Un design accattivante e foto deliziosamente suggestive possono trasformare i visitatori del tuo sito in clienti affezionati.

10 tipi di sito web: Porzione di Home di Sito Web per Ristorante/Pizzeria
Sito esempio preso da Themeforest, Tema Tastyc

Quanto costa e cosa comporta avere un Sito per ristoranti o pizzerie?

I costi dipendono dalla complessità del sito e dalle funzionalità desiderate. Tuttavia, considera che un sito ben progettato può aumentare la visibilità del tuo locale e attirare nuovi clienti.

Si può guadagnare con un Sito per ristoranti o pizzerie?

Il guadagno di un sito web per ristorante o pizzeria può essere calcolato direttamente o indirettamente. Un sito web efficace può apportare alla tua attività notevoli vantaggi come consultazione di Menu Digitali, Prenotazioni online, ordini da asporto con pagamento tramite carta di credito.

La conoscenza richiesta per avere e gestire un Sito per ristoranti o pizzerie è:

  • comprendere le migliori pratiche per la presentazione del menu;
  • capacità di gestione del sistema di prenotazione online;
  • la gestione di immagini accattivanti per suscitare l’appetito.

Se vuoi approfondire, vai all’articolo dedicato

7 – Sito Web per B&B, Case Vacanze, Property Manager

Se sei nel settore dell’ospitalità, un sito web dedicato al tuo Bed and Breakfast (B&B), case vacanze o gestione immobiliare è essenziale per attrarre ospiti e fornire informazioni dettagliate su servizi, tariffe e disponibilità.

Un sito web ben strutturato crea fiducia e offre agli utenti una panoramica completa delle tue strutture, ti permette di farti contattare da coloro che sono interessati a concludere le prenotazioni direttamente nel tuo sito.

10 tipi di sito web: Porzione di pagina appartamenti di BynosTravel.de
Sito web per Property Manager – Bynostravel.de – Design by Digital Seeds

Puoi pensare di avere un sito web per B&B, case vacanze o property manager se:

  • Gestisci un B&B, case vacanze o immobili in affitto;
  • Vuoi fornire informazioni dettagliate sugli alloggi, tariffe e servizi;
  • Desideri semplificare il processo di prenotazione online per i tuoi ospiti;
  • Vuoi creare una relazione più diretta e personale con i tuoi clienti.

Si può guadagnare con un sito web per B&B, case vacanze o property manager?

Assolutamente sì, la presenza online può aumentare la visibilità della tua struttura e attirare nuovi ospiti. Un sito web ben progettato facilita il processo di prenotazione, migliorando l’esperienza degli utenti e risparmiandoti le commissioni dei portali di booking. Può aiutarti a continuare a vendere ai tuoi clienti servizi ulteriori come noleggio di mezzi, escursioni turistiche, aperitivi e cene convenzionate, etc..

Quanto costa e cosa comporta avere un sito web per B&B, case vacanze o property manager?

I costi variano in base alla dimensione della struttura, alla complessità del design e alle funzionalità desiderate.
Investire in un sistema di prenotazione online e in foto di alta qualità può influenzare positivamente la percezione della tua struttura.

✋ Se vuoi sapere quanto si può fare per la tua o le tue strutture, dai un’occhiata alla nostra offerta per Siti per B&B, case vacanze e property manager.

La conoscenza richiesta per gestire un sito web per B&B, case vacanze o property manager include:

  • Capacità di presentare in modo accattivante le tue strutture e i tuoi servizi;
  • Conoscenza di sistemi di prenotazione online e processi di gestione delle prenotazioni;
  • Abilità nel rispondere rapidamente alle richieste degli ospiti attraverso il sito.

8 – Siti Web per Vendere Corsi Online

Se sei un esperto in un determinato campo o hai competenze specializzate, vendere corsi online, live o on demand, può essere una soluzione redditizia.

10 tipi di sito web: Porzione di Pagina corsi di Pilates - FreeRoots.net
Sito di corsi online di Pilates – Freeroots.net

Un sito di questo tipo ti consente di offrire corsi video, materiali didattici e supporto agli studenti, creando una piattaforma completa per l’apprendimento online.

Puoi pensare di avere un sito web per vendere corsi se:

  • Hai competenze specializzate in un determinato settore o argomento;
  • Desideri creare e vendere corsi online per un pubblico interessato;
  • Cerchi un modo efficace per gestire l’apprendimento online e interagire con gli studenti.

Si può guadagnare con un sito web per vendere corsi?

Assolutamente. La vendita di corsi online è un modello di business sempre più diffuso, consentendo agli esperti di monetizzare le proprie competenze. Il successo dipende dalla qualità del contenuto e dalla capacità di raggiungere il pubblico target.

Quanto costa e cosa comporta avere un sito web per vendere corsi?

I costi per vendere corsi online tramite un sito web variano in base alla piattaforma scelta, alla produzione di contenuti didattici e alle funzionalità desiderate.

Esistono sul mercato delle soluzioni all in one che richiedono un abbonamento mensile, oppure puoi decidere di creare un’area di formazione interna al tuo sito (chiamata LMS). Se ti interessa approfondire caratteristiche e costi, ti consigliamo la lettura dell’articolo Come vendere corsi online:

La conoscenza richiesta per gestire un sito web per vendere corsi include:

  • Capacità di creare contenuti didattici coinvolgenti e informativi;
  • Conoscenza di piattaforme LMS per la gestione e la distribuzione dei corsi online;
  • Abilità di promuovere i corsi online attraverso strategie di marketing digitale.

9 – Sito Web One Page

Se desideri comunicare in modo conciso e immediato, un Sito Web One Page è la scelta perfetta. Tutte le informazioni essenziali sono raccolte su una singola pagina, garantendo una navigazione rapida e un impatto immediato. Ideale per presentare un prodotto o servizio in modo focalizzato.

10 tipi di sito web: Porzione di di Sito Web One Page
Esempio di Sito Web One Page – Design One Page Pro

Quanto costa e cosa comporta avere un Sito One Page?

I costi sono generalmente inferiori rispetto a siti più complessi. Un design accattivante e un messaggio chiaro sono le chiavi per il successo di un Sito One Page.

Si può guadagnare con un Sito One Page?

Certamente. Un Sito One Page ben progettato può convertire i visitatori in clienti con un messaggio focalizzato e un’esperienza utente ottimizzata.

La conoscenza richiesta per avere e gestire un Sito One Page è:

  • Comprendere il processo di sintesi delle informazioni;
  • Un’idea chiara e specifica da presentare.

Se vuoi approfondire il discorso dei siti one page o delle landing page, vai a leggere:

10 – E-commerce Monoprodotto

Un E-commerce Monoprodotto è l’equivalente di una potente Sales Page.

Se hai un prodotto principale da promuovere, un E-commerce Monoprodotto è la soluzione ideale. Con un focus esclusivo su un singolo prodotto, puoi concentrarti sulla sua presentazione, caratteristiche e benefici. Questo tipo di sito è particolarmente efficace per prodotti unici o di alta gamma.

10 tipi di sito web: Porzione di Sito Web E commerce Mono Prodotto
Esempio di Sito E-commerce monoprodotto – tema Single Store

Quanto costa e cosa comporta avere un E-commerce Monoprodotto?

Il costo di un E-commerce Monoprodotto è sicuramente più contenuto del costo di un E-commerce completo ma maggiore di un sito One Page.

Anche se la quantità delle pagine costruite è limitata a uno, quest’ultima pagina è solitamente più corposa del normale e deve contenere, tra le altre cose, un pulsante di acquisto con relativo carrello, checkout con sistema di pagamento online e relative sequenze automatiche di email post acquisto.

Investire in un E-commerce ben strutturato per un singolo prodotto può aumentare la visibilità e le vendite.

Si può guadagnare con un E-commerce Monoprodotto?

Assolutamente. Concentrandoti su un singolo prodotto, puoi creare una strategia di marketing mirata e attirare clienti interessati a quello specifico prodotto.

La conoscenza richiesta per avere e gestire un E-commerce Monoprodotto è:

  • Comprendere le dinamiche di vendita online,
  • Saper affrontare uno studio di marketing approfondito;
  • Saper ottimizzare le strategie di marketing specifiche per il prodotto in questione.

______

Come avrai capito, i siti si differenziano per caratteristiche e funzionalità e ogni attività può aver bisogno di un sito piuttosto che un altro.

In questo articolo non abbiamo sviscerato tutti i tipi di siti esistenti. Ogni sito può essere costruito in base alle tue esigenze e può costituire un caso a sè.
Per questo motivo potrebbe essere fondamentale per te confrontarti direttamente in una consulenza strategica per il tuo sito. Se vuoi parlarci del sito dei tuoi sogni, non perdere l’occasione di farlo! Ti dedichiamo completo ascolto in una consulenza iniziale gratuita e senza impegno che puoi prenotare direttamente qui.

Segui il Blog di Digital Seeds per rimanere in contatto con le novità del digitale!

Trova gli articoli per:

Ultimi Post

Una risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

guida come scrivere blogpost

Ricevi il tuo FERTILIZZANTE per BLOGPOST

Impara come curare al meglio gli articoli del tuo blog, diventa parte della nostra Community di Digital Seeders e comincia a coltivare comunicazione.

Non preoccuparti, potrai disiscriverti in ogni momento. 
Leggi la nostra Privacy Policy :)

Benvenuto nella community dei Semi Digitali!

Ciao Semino, sei dei nostri finalmente!

Il nostro regalo ti arriverà per mail!
Per evitare che la nostra posta finisca nella cartella dello spam, ricordati di salvare l’email scrivi@digital-seeds.it nella tua rubrica.

Vai a controllare la tua casella di posta.. la guida per fertilizzare i tuoi articoli sta arrivando (potrebbe arrivare immediatamente o tra qualche minuto, dipende dal traffico 😁)!

A prestissimo!
Digital Seeds Team